“Ci siamo…”: Pietro Iemmello scalpita sui social. Da oggi in gruppo con mister Grassadonia

Terminate le cure riabilitative a Cesena l'attaccante sarà a disposizione del tecnico rossonero. Ieri il messaggio lanciato su Instagram rivolto ai tifosi che attendono il suo ritorno in campo e sognano il trio con Galano e Mazzeo



Dopo i tre giorni di pausa concessi da mister Grassadonia, i rossoneri torneranno ad allenarsi nella giornata di oggi. Nessuna partita da preparare per il weekend, a causa della sosta del campionato per la Nazionale Italiana, ma lavorare e ricaricare le batterie dopo i tre turni di fila in sette giorni: questo il programma dei satanelli. Sabato prossimo invece, alle 15, il Foggia sarà impegnato in trasferta a Cosenza contro la neopromossa di mister Braglia. La settimana successiva sarà la volta del derby di Puglia con il Lecce, sabato 27 ottobre, sempre alle 15, allo Stadio Zaccheria.

Pietro c’è. Il ritrovo di Agnelli e compagni coincide anche con il ritorno di Pietro Iemmello. L’attaccante, dopo le cure riabilitative al ginocchio destro effettuate a Cesena, potrà allenarsi con la squadra di Grassadonia. Servirà tempo però, una volta che il giocatore si sarà aggregato al gruppo, per rientrare nei meccanismi e negli schemi del tecnico. Quel che è certo è che presto il reparto sarà in esubero, vasta sarà la scelta per mister Grassadonia con ben 6 attaccanti a disposizione: Mazzeo, Chiaretti, Cicerelli, Galano, Gori e Iemmello. E nel frattempo la città sogna il trio Galano-Mazzeo-Iemmello. Scalpitante l’attaccante calabrese che nelle scorse ore ha condiviso su Instagram una sua foto in campo e la scritta “Ci siamo…”.

Gruppo al completo dunque, per Grassadonia che da oggi avrà tutti i giocatori a disposizione. Proprio l’allenatore rossonero aveva anticipato il ritorno del Re Pietro (così lo chiamano i tifosi, ndr) nel post partita contro l’Ascoli. “È un giocatore importante, chi più di voi può dirlo. Dovrà integrarsi e capire quello che facciamo, il nostro gioco, i nostri ritmi”.

Ultima modifica: 10 ottobre 2018

In questo articolo


Partecipa alla conversazione