Scuole di Capitanata, obsolete quasi tutte le strutture. Lavori inizieranno ad anno scolastico in corso

Si torna tra i banchi ma le determine dirigenziali della Provincia per interventi "urgenti di manutenzione straordinaria" sono state redatte soltanto il 10 settembre



Nei prossimi giorni fino al 20 settembre tutti gli studenti pugliesi torneranno tra i banchi. Nelle scuole superiori, patrimonio edilizio della Provincia di Foggia, si tornerà già giovedì 13 settembre. Il Governo gialloverde col Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti d’intesa con il Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, ha costituito a luglio un tavolo tecnico tra Stato, Regioni ed Enti locali, per lavorare al perfezionamento di un accordo quadro in conferenza unificata per ridurre gli adempimenti burocratici e tagliare i tempi necessari per l’assegnazione delle risorse agli enti locali, proprietari degli edifici scolastici.

Le scuole della Capitanata sono per la maggior parte strutture obsolete costruite negli anni Settanta ed Ottanta, che necessitano di numerosi interventi. Che i lavori siano stati realizzati in estate dall’amministrazione provinciale? Neppure a parlarne. Le determine dirigenziali del responsabile Emanuele Bux per “lavori urgenti di manutenzione straordinaria” sono state redatte soltanto il 10 settembre a pochi giorni dall’avvio dell’anno scolastico. I lavori naturalmente cominceranno ad anno già in corso. Ma andiamo a scorrere tutte le ultime urgenze, segnalate dai presidi mesi e mesi fa.

Ad Apricena l’Istituto I.I.S.S. “Federico II” col suo dirigente Rocco D’Avolio, ha trasmesso nella scorsa primavera la richiesta di mettere in sicurezza gli avvolgibili delle finestre per garantirne un miglior funzionamento. Le tapparelle potrebbero cadere e provocare rumori durante le lezioni? Nessun problema l’ufficio provinciale ha lasciato trascorrere l’estate e predispone i lavori adesso, affidando alla ditta De Nittis Giambattista dello stesso paese i lavori per 1160 euro.

All’Istituto Pacinotti di Foggia la fornitura e posa in opera di un recinto antintrusione ed antivandalismo per le facciate sono state approvate con progetto esecutivo già nel settembre del 2015 con una delibera del presidente Francesco Miglio. I lavori però arrivano soltanto ora e saranno espletati dalla Gisal Costruzioni S.R.L. per un importo di 12.800 euro.

Il cortile del Magistrale di San Giovanni Rotondo nel maggio 2018 si è allagato con la tracimazione delle acque piovane, provocando lo sversamento nella corte della scuola, che ha raggiunto tutti i locali posti a piano terra e quindi, le aule e la palestra. Nei giorni successivi al nubifragio ci fu un sopralluogo congiunto del Sindaco di San Giovanni Rotondo, dell’ingegnere del Comune, del Consigliere Provinciale e del Dirigente Scolastico e responsabile della sicurezza della Scuola. Oggi quei lavori di ripristino dei luoghi valgono circa 14.600 euro per la Nev.I.Com, iscritta nell’albo di fiducia dell’Ente.

Lavori urgenti, ma neppure tanto visto i tempi, all’Alberghiero Mattei di Vieste all’Ippsar Lecce di Manfredonia e al Polo liceale Galilei-Moro di Manfredonia. Occorre per gli istituti sostituire vetri rotti da azioni vandaliche, disostruire le fogne, erogare acqua col ripristino di bagni e servizi igienici e la messa in sicurezza prospetti, con la sostituzione di infissi, vie d’esodo ed interventi su linee elettriche compresa la sostituzione di apparecchiature elettriche. Non solo vanno messe in opera delle inferriate e delle porte a protezione di laboratori. Il tutto per circa 16mila euro.

Anche al Fazzini Giuliani di Vieste vanno sostituiti i vetri e va riparato il cancello della scuola. Sarà la ditta METAL GLOBO s. r. l. di Vico del Gargano, iscritta nell’albo di fiducia dell’Ente, a provvedere per 7mila euro di lavori.

I presidi dell’istituto Del Giudice a Rodi Garganico, del Magistrale Immacolata di San Giovanni e del De Rogatis Fioritto di Cagnano Varano per assicurare la didattica e affinché tutti gli ambienti, possano essere usufruiti in assoluta sicurezza ed igiene, hanno fatto richiesta nell’aprile 2018 di lavori di disostruzione di bagni e relative condotte fognarie di pertinenza scolastica fino alla rete fognaria comunale.

Qui però, per assicurare il regolare svolgimento delle lezioni, si è dovuto intervenire con assoluta  urgenza, per rendere praticabili i bagni, per rimuovere le fuoriuscite di liquami in prossimità dei sifoni interni e tombini esterni situati nelle  zone di pertinenza esterne agli stessi istituti scolastici. La Ditta Autospurghi Bodinizzo ha già operato per lavori pari a 9500 euro.

Sono state sostituite le lampade di emergenza presso l’istituto scolastico Poerio di Foggia. La preside ha richiesto, ai fini della sicurezza, il ripristino  dell’illuminazione di emergenza, non funzionante, dell’intero piano terra. I lavori sono stati eseguiti a febbraio/marzo 2018, come da computo metrico preventivo e consuntivo dalla ditta Santovito geom. Michele di Andria per un valore di 7.869 euro.

È ancora in fase di gara l’intervento di demolizione ricostruzione presso l’Istituto scolastico i.t.c. “Fioritto” di San Nicandro Garganico. Il dirigente ha appena nominato un ufficio di progettazione di supporto al Rup, che sarà composto dal geometra Angelo Giagnorio, dall’ingegnere Antonio Scarano e dall’architetto Antonio Mancini, con un compenso di 20 mila euro per ogni professionista selezionato dalla short list.

Si tratta di un lavoro importante. La Regione Puglia Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro ha assegnato alla Provincia di Foggia un contributo integrativo di 1.533.633,55 euro a valere sulle risorse precedentemente destinate alla realizzazione dell’intervento di demolizione e ricostruzione presso l’Istituto scolastico I.T.C. “Fioritto” di Sannicandro Garganico, già finanziato con un contributo di euro  1.796.732,46 euro.

All’inizio dell’estate, invece, a giugno quasi tutti gli istituti scolastici superiori hanno partecipato all’avviso pubblico per la formazione del Piano Regionale triennale di Edilizia scolastica 2018/2020 e dei relativi Piani Annuali per la presentazione delle candidature di proposte progettuali per il  finanziamento di interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica statale, nonché la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e la realizzazione di palestre scolastiche nelle scuole o di interventi volti al miglioramento delle palestre scolastiche esistenti.

Il piano regionale triennale di edilizia scolastica 2018-2020 conterrà tutte le proposte progettuali  presentate dalla Città metropolitana di Bari, dalle Province e dai Comuni, ritenute ammissibili. Il personale del dipendente Ufficio Tecnico, Settore Manutenzione Edilizia Scolastica della Provincia di Foggia ha elaborato lo Studio di Fattibilità dell’intervento, dell’importo complessivo di 4.985.000 euro di cui 3.158.100 euro per costi dei lavori ed 1.621.600 euro per somme a disposizione.

Ultima modifica: 13 settembre 2018

In questo articolo


Partecipa alla conversazione