Che Foggia! Duhamel e un siluro di Kragl ammutoliscono il Barbera. Palermo battuto 1-2

di ROBERTA MISCIOSCIA

Colpaccio del Foggia al Barbera di Palermo. I ragazzi di Stroppa si impongono 1-2 in rimonta grazie ai gol di Duhamel e Kragl, entrambi arrivati nel mercato di gennaio. Rossoneri a 31 punti, 13esimo posto in classifica e -5 dalla zona playoff.

La cronaca

Si chiude nel capoluogo siciliano la 25^ giornata del campionato di Serie B. Di scena per il monday night Palermo e Foggia. Stroppa manda in campo Guarna tra i pali; Tonucci, Camporese e Loiacono in difesa; Gerbo, Agnelli, Greco, Deli, Kragl a centrocampo; Mazzeo, Nicastro in attacco.
Subito pericoloso il Palermo con una punizione di Coronado, il suo destro si spegne sul fondo. Primo squillo dei rossoneri con Kragl che al 6’ ci prova di controbalzo senza inquadrare lo specchio.
Ma sono i rosanero a comandare il gioco. Al 15’ Coronado su angolo trova Nestorovski che di testa spedisce alto. Molto bravo Camporese poco dopo, il difensore chiude in scivolata una pericolosa sortita dei padroni di casa. I satanelli si fanno vedere con capitan Agnelli che sfiora la traversa dai 25 metri. Poco dopo tiro debole da parte di Gerbo. Tutto facile per Posavec.
Alla mezz’ora si scalda il match: palla gol di Gnahoré, Guarna devia in corner. Confusione in area, Ronaldo sfiora il palo sinistro. Intanto fanno ingresso allo stadio “Barbera” anche i tifosi del Foggia che espongono uno striscione che cita: “Salutiamo Palermo”, applausi dai siciliani. Giallo per Greco al 35’ per fallo su Gnahoré. Monologo siciliano nel finale con Jajalo e Rolando che ci provano ma senza impensierire Guarna. Squadre negli spogliatoi sullo 0 a 0.

Ritmi da subito alti in avvio di ripresa. Solo Foggia nei primi minuti: Greco su punizione batte alto sulla traversa, poco dopo Agnelli si invola verso la porta, apre sulla destra per Nicastro, che spedisce sul fondo.
Ancora una chance su corner: batte Kragl, segue un’azione prolungata, prima col tiro di Nicastro, salva Posavec e poi con Tonucci, che non inquadra lo specchio della porta.
Sfiora il gol Gnahoré poco dopo, con un colpo di testa di pochissimo al lato. Tedino manda in campo Rispoli al posto di Rolando.
Al 18’ cambia il match. Contropiede dei padroni di casa, ma Loiacono commette un fallo di mano sul tentativo di Nestorovski. Rigore per il Palermo. Batte bene il numero 30: 1 a 0. Nervosismo in campo. Brutto fallo su Gerbo, Coronado prende il rosso e Palermo in 10. Cambia Stroppa: dentro Scaglia e Duhamel al posto di Greco e Nicastro. In campo per i rosanero Chochev per Moreo. Al Palermo risponde il Foggia: Scaglia appoggia al centro verso Mazzeo, che di spalle alla porta fa da sponda per Duhamel, che di prima intenzione insacca in rete. 1 a 1. Che gol! Ma non è finita. Al 40’ punizione battuta corta da Agnelli per Kragl che col sinistro da fuori casa spara un missile dei suoi che trafigge letteralmente Posavec. 1 a 2! Nel finale Stroppa inserisce Zambelli al posto di Deli. Dopo 5 minuti di recupero e una traversa di Nestorovski piuttosto clamorosa, ecco il fischio finale. Si impone il Foggia e adesso sono tre le vittorie consecutive dei rossoneri.

Comments are closed.