Rifiuti, Cerignola prima esperienza pugliese nella gestione pubblica degli impianti

“Ha dato esito positivo l’incontro sull’intervento di Aseco nella gestione dell’impianto Tmb (trattamento meccanico biologico) di Cerignola (Fg) oggetto di una ordinanza regionale a firma del presidente della giunta regionale a cui hanno preso parte rappresentanti dell’Agenzia territoriale per la Gestione dei Rifiuti (AGER), i rappresentanti di SIA e di Aseco, il responsabile del personale …



“Ha dato esito positivo l’incontro sull’intervento di Aseco nella gestione dell’impianto Tmb (trattamento meccanico biologico) di Cerignola (Fg) oggetto di una ordinanza regionale a firma del presidente della giunta regionale a cui hanno preso parte rappresentanti dell’Agenzia territoriale per la Gestione dei Rifiuti (AGER), i rappresentanti di SIA e di Aseco, il responsabile del personale di AQP e le organizzazioni sindacali, con la partecipazione delle RSU aziendali”. A dichiararlo l’assessore regionale alla Qualità dell’Ambiente, Filippo Caracciolo.

“I sindacati – continua Caracciolo -, dopo aver espresso unanimemente il giudizio favorevole all’indirizzo dato dal presidente della Giunta regionale, Michele Emiliano, che valorizza il ruolo del pubblico nella gestione del ciclo dei rifiuti, hanno offerto piena disponibilità a una partecipazione propositiva nel percorso avviato dall’ordinanza regionale, il cui obiettivo è il recupero del polo impiantistico di Cerignola, ritenuto strategico per la gestione dei rifiuti sul territorio regionale”.

“Voglio ringraziare – conclude l’assessore regionale all’Ambiente – le organizzazioni sindacali per aver offerto la loro piena e attiva collaborazione a rendere virtuosa la strada individuata dalla Regione: durante l’incontro si è ribadito che l’ordinanza costituisce solo la prima tappa di un percorso che ha la finalità di conferire maggior valore al ruolo del pubblico nella gestione dei rifiuti ponendo comunque fra le priorità la tutela delle condizioni dei lavoratori e la salvaguardia dei livelli occupazionali in un’ottica di miglioramento della qualità dei servizi a beneficio dei cittadini”.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Ultima modifica: 20 febbraio 2018

In questo articolo