E Riccardi finì nel bidone: bufera social a Manfredonia. M5S prende distanze, sdegno Pd

Sta facendo discutere a Manfredonia un fotomontaggio ritraente il sindaco, Angelo Riccardi sdraiato dentro un cassonetto dell’immondizia. Sull’immagine campeggia il simbolo del M5S che però ha subito preso le distanze. Il logo, infatti, sarebbe stato utilizzato arbitrariamente da ignoti. L’immagine, nel frattempo, è subito diventata virale scatenando sdegno e commenti. Il Pd locale è insorto: “Avremmo voluto aprire l’anno …



Sta facendo discutere a Manfredonia un fotomontaggio ritraente il sindaco, Angelo Riccardi sdraiato dentro un cassonetto dell’immondizia. Sull’immagine campeggia il simbolo del M5S che però ha subito preso le distanze. Il logo, infatti, sarebbe stato utilizzato arbitrariamente da ignoti. L’immagine, nel frattempo, è subito diventata virale scatenando sdegno e commenti. Il Pd locale è insorto: “Avremmo voluto aprire l’anno con un messaggio diverso, ma ci troviamo costretti a denunciare un’azione abietta, segno di assoluta ignominia. Stigmatizziamo con forza tale fotomontaggio, che porta il chiaro simbolo dei 5 Stelle. Questo vile atto di violenza verbale ricalca il tipo di atteggiamento e comunicazione di chi negli ultimi anni cerca solo di distruggere il sistema democratico, demolendo tutto e tutti per una manciata di voti.

Piena solidarietà al sindaco Angelo Riccardi e all’Istituzione che rappresenta – si legge ancora nella nota del Pd sipontino -. Il nostro costante impegno rimarrà quello di garantire un dibattito politico che conservi sempre il rispetto e la correttezza istituzionale e personale, che non devono mai venire meno”.

Come detto, i pentastellati hanno subito replicato: “Prendiamo ufficialmente le distanze da chi sta facendo girare quella foto con l’uso improprio del simbolo del M5S – scrive su Fb un esponente dei grillini -. Sono azioni strumentali di singoli fanatici che nulla hanno a che fare con l’intero gruppo di Attivisti e Portavoce del M5S di Manfredonia”.

Ultima modifica: 20 febbraio 2018

In questo articolo