Nasce associazione “Avvocati Penalisti di Foggia”, nominato presidente Paolo D’Ambrosio

Il 14 dicembre scorso si è costituita a Foggia l’associazione “Avvocati Penalisti di Foggia” – acronimo AP -, che nasce dalla diffusa esigenza di dare rinnovato impulso alla professione forense e di restituirle il ruolo e l’incidenza politico-istituzionale che le competono, per offrire un contributo alla soluzionee delle gravissime patologie che affliggono l’amministrazione della Giustizia. …



Il 14 dicembre scorso si è costituita a Foggia l’associazione “Avvocati Penalisti di Foggia” – acronimo AP -, che nasce dalla diffusa esigenza di dare rinnovato impulso alla professione forense e di restituirle il ruolo e l’incidenza politico-istituzionale che le competono, per offrire un contributo alla soluzionee delle gravissime patologie che affliggono l’amministrazione della Giustizia.

Ne sono fondatori gli avvocati Raul Pellegrini, Guido de Rossi, Mario Antonio Ciarambino, Michele Curtotti, Francesco Santangelo, Paolo D’Ambrosio, Giuseppe Agnusdei, Simone Moffa, Cecilia D’Alessandro, Paolo Ferragonio, Roberto de Rossi, Giuseppe Stefano Perrone, Salvatore Vescera, Francesco Amerigo, Claudio Caira, Anna Chiara D’Atti, Marcello Coletta, Fabrizia Mangano, Luigia Mansi, Luigi Barbato, Alfonso Schiavone, Michele Arena, Michele Brunetti, Michela Scopece e Daniele Ulivieri.

Paolo D’Ambrosio

L’Assemblea dei costituenti ha eletto Presidente Paolo D’Ambrosio, Vice Presidenti gli Avvocati Michele Curtotti e Cecilia D’Alessandro, Segretario Simone Moffa, Tesoriere Roberto de Rossi.
“Le numerose e qualificate adesioni registrate in questi giorni, e l’entusiasmo che abbiamo respirato alla notizia della costituzione dell’Associazione ci rafforzano nell’impegno di operare fattivamente in sinergia con tutte le rappresentanze istituzionali ed associative del nostro Tribunale, nell’esclusivo interesse dei cittadini e senza alcuna pulsione autoreferenziale – ha dichiarato il Presidente D’Ambrosio con evidente soddisfazione -. Non nutriamo l’insana illusione di sciogliere i nodi della Giustizia col tocco magico di una bacchetta, ma siamo convinti di poter recitare un ruolo importante, non foss’altro che in ragione dell’entusiasmo e della grande esperienza di chi ha dato linfa a questa iniziativa”.
I vertici dell’Associazione hanno incontrato, in questi giorni, il Presidente del Tribunale, il Procuratore della Repubblica e il Presidente dell’Ordine Forense.

Ultima modifica: 20 febbraio 2018

In questo articolo