Allerta meteo, arrivano pioggia e neve sulla Puglia

Un’intensa perturbazione atlantica alimentata da aria fredda artica interesserà da stasera gran parte dell’Italia, portando precipitazioni diffuse soprattutto sulle regioni del Centro e del Nord-Est, neve a bassa quota al Nord e un deciso rinforzo dei venti. Lo indica un’allerta meteo della Protezione civile. L’avviso prevede, dalla tarda serata di oggi, temporali su Liguria, Emilia …



ANSA/LUCA CASTELLANI

Un’intensa perturbazione atlantica alimentata da aria fredda artica interesserà da stasera gran parte dell’Italia, portando precipitazioni diffuse soprattutto sulle regioni del Centro e del Nord-Est, neve a bassa quota al Nord e un deciso rinforzo dei venti. Lo indica un’allerta meteo della Protezione civile.

L’avviso prevede, dalla tarda serata di oggi, temporali su Liguria, Emilia Romagna e Toscana. Ci saranno rovesci di forte intensità, attività elettrica e forti raffiche di vento. Domani si prevedono nevicate, mediamente al di sopra dei 600-800 metri sulla Lombardia nord-orientale e sui settori settentrionali del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. Soffieranno, inoltre, venti da forti a burrasca su Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, in estensione dalla mattinata ad Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, con possibili mareggiate sui settori costieri tirrenici e ionici.

MERCOLEDÌ TANTA NEVE SU ALPI E APPENNINI – Mercoledì sono previste abbondanti nevicate sulle Alpi, in particolare su quelle centro-orientali con neve oltre 800-1200 metri, “più in basso tra Piemonte e Lombardia occidentale – spiega 3bmeteo – con fiocchi in collina sul varesotto e fino al fondovalle sull’alto Piemonte. Previsti accumuli anche di mezzo metro di neve fresca dai 1400-1500m dalla Lombardia al Friuli. Neve anche in Appennino, inizialmente dai 1300-1700 m, ma giovedì la quota sarà in sensibile calo, fin verso i 300-600 m su dorsale centrale, 700-1100 m su quella meridionale”.

FORTI VENTI E TEMPERATURE IN NETTO CALO – La perturbazione porterà venti forti, prima il Libeccio poi giovedì irromperanno la Tramontana e il Maestrale. Mari dunque molto mossi o agitati con mareggiate sulle coste. Le temperature saranno poi in netto calo giovedì, con l’arrivo di aria più fredda da Nord a Sud.

CAPODANNO TRANQUILLO PUR CON QUALCHE DISTURBO – Nei giorni successivi l’alta pressione tenderà a riportare bel tempo sino a Capodanno, pur con qualche disturbo causato dalle perturbazioni atlantiche. Venerdì ultimi rovesci al Sud, poi migliora salvo nevicate sulle Alpi di confine. Per Capodanno dovrebbe prevalere il sole salvo nubi e qualche piovasco sulle centrali tirreniche e Liguria. Seguiranno tuttavia importanti aggiornamenti data la distanza temporale”, concludono da 3bmeteo.com.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Ultima modifica: 20 febbraio 2018

In questo articolo