Il Natale dei detenuti, volontari tra le sezioni delle Case Circondariali col CSV Foggia

Non è facile raccontare i giorni di festa dietro le sbarre, ancora meno viverli. Per questo motivo, il CSV Foggia, nelle scorse settimane, ha pubblicato due avvisi per iniziative di solidarietà da realizzare negli Istituti penitenziari di Capitanata, con il sostegno della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia. “L’obiettivo – spiegano dal Centro Servizi al …



Non è facile raccontare i giorni di festa dietro le sbarre, ancora meno viverli. Per questo motivo, il CSV Foggia, nelle scorse settimane, ha pubblicato due avvisi per iniziative di solidarietà da realizzare negli Istituti penitenziari di Capitanata, con il sostegno della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia.

“L’obiettivo – spiegano dal Centro Servizi al Volontariato – è stato quello di promuovere l’impegno delle associazioni di volontariato all’interno del carcere, al fine di contribuire alla finalità rieducativa dell’esecuzione della pena. L’idea è quella di fornire, attraverso il volontariato, un supporto concreto alla popolazione detenuta che trascorre le festività natalizie in carcere, con particolare attenzione ai ristretti con scarsi riferimenti familiari e affettivi, tali da determinare una condizione di maggior solitudine o che versano in stato di profonda indigenza”.

Nella Casa Circondariale di Foggia, grazie all’ARCI Solidarietà, è stato istituito un fondo di solidarietà. Le risorse economiche messe a disposizione del CSV Foggia sono state depositate su un conto corrente dedicato dell’associazione che lo verserà al Carcere. Dal conto dedicato presso l’Ufficio Ragioneria della Casa Circondariale saranno movimentate, di volta in volta, le somme da destinare ai detenuti per i quali è riconosciuta, dal personale dell’Istituto, la necessità. “Il fondo – spiegano dall’associazione – è destinato a soddisfare bisogni primari che condizionano la qualità della vita dei detenuti in stato di grave indigenza, quali l’acquisto di farmaci di fascia C, pagamenti di ticket sanitari, telefonate ai familiari”.
Presso lo stesso Istituto, a breve, i clown dottori de “Il Cuore onlus” realizzeranno un progetto finalizzato a favorire tra i detenuti e i figli una sorta di rieducazione affettiva e a sviluppare la genitorialità, assopita a causa delle lunghe separazioni. “L’inserimento dei Clown Dottori all’interno degli Istituti Penitenziari ha lo scopo di portare un effettivo supporto ai soggetti detenuti, che vivono in primis situazioni di solitudine familiare”, spiegano dal CSV Foggia. Ciascun clown dottore porterà con sé sia le competenze artistiche che le esperienze professionali.

Nel carcere di San Severo, invece, la Fides Dauna Provinciale di Foggia ha organizzato il progetto “Zampogna e ciaramella, a spasso tra le vie della tradizione”. “L’iniziativa – sottolineano dall’associazione – è stata pensata per sensibilizzare alla donazione del sangue anche in un contesto difficile come quello carcerario”. Nello stesso Istituto penitenziario si è svolta l’attività dell’Associazione “Superamento Handicap San Severo”, intitolata “Handmade Christmas”, un laboratorio d’arte a tema natalizio. “I detenuti – evidenziano dal CSV Foggia – hanno realizzato alberi di Natale in miniatura che potranno regalare ai propri familiari, in occasioni delle festività. Un progetto che coniuga arte e trattamento. Infine, nella Casa Circondariale di Lucera, l’Ass. Lavori in Corso ha programmato l’iniziativa “Natale con i bambini”: due giornate dedicate ai figli che fanno visita al papà detenuto.
“Quest’anno – precisano i volontari – la manifestazione si articolerà su due livelli: con i detenuti, in sezione per preparare l’evento e con i parenti, in visita per i colloqui natalizi”. I volontari aiuteranno i papà a riflettere sul proprio ruolo genitoriale e li aiuteranno a realizzare dei biglietti augurali da consegnare ai propri figli. All’interno del cortile dell’Istituto, dove i parenti sostano in attesa del colloquio, verrà realizzata una festa. I bambini potranno essere coinvolti in attività di animazione e aiutati a realizzare dei ‘lavoretti’ da donare al proprio papà: quando entreranno al colloquio, ci sarà lo scambio dei doni. 

Gli avvisi per le iniziative di solidarietà in carcere, in occasione del Natale, rappresentano soltanto una delle azioni messe in campo dal CSV Foggia per promuovere il volontariato penitenziario, grazie al supporto della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia.
Come da tradizione, il giorno della vigilia di Natale, gli assistenti volontari dell’Istituto visiteranno tutte le sezioni, insieme con il cappellano, per portare gli auguri e una fetta di panettone.

Ultima modifica: 20 febbraio 2018

In questo articolo