Adepti alla jihad reclutati nella moschea di Foggia. I pm: “Era base logistica”

Una vera e propria base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad. Questo, secondo i pm, il ruolo della moschea di via Zara a Foggia, solitamente frequentata da Eli Bombataliev, sospetto terrorista ceceno aderente all’Isis fermato pochi giorni fa. “Un uomo carismatico – le parole di Gatti della DDA – che nel giro di quattro giorni ottiene le chiavi del centro islamico di Foggia e ne diventa il leader”. Secondo i magistrati, l’uomo avrebbe svolto attività di indottrinamento dei nuovi seguaci “all’interno del luogo di culto ‘associazione culturale islamica Al Dawa’ di via Zara a Foggia”. Già nel 2015 prese “lezioni” in quella moschea Kamel Sadraoui, tunisino fermato a febbraio quale sospetto terrorista. “Le segnalazioni dell’Aisi – agenzia informazioni e sicurezza interna – indicavano processi di radicalizzazione all’interno dell’associazione di via Zara da parte di Bombataliev. L’uomo avrebbe svolto azione di proselitismo anche nei confronti di due albanesi, Orkid e Lusien Mustaqi espulsi per motivi di sicurezza nazionale”.

“Una base logistica” a tutti gli effetti, quella di via Zara. Il ceceno aveva anche le chiavi della sede. Nelle intercettazioni, invece, è emerso che all’interno gli indagati si esprimessero in termini oltranzisti. Lì si maturavano “propositi violenti legati ai temi del fondamentalismo islamico”. Dalle indagini, infine, è venuto fuori che anche i due albanesi espulsi dall’Italia avevano piena disponibilità della sede in quanto possedevano le chiavi d’ingresso.  

  • Giustizia e legalità

    Vi prego : diteci chi ha ” locato ” questo immobile, dove una volta mi sembra ci fosse un asilo ! Perchè, forse, la situazione attuale del quartiere ferrovia, non dipende solo da chi arriva, ma anche da chi ” affitta ” ? O, no ?

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

    • Maria Rosaria

      Condivido : davvero anomala e sconvolgente questa ricostruzione ; nel giro di quattro giorni Bombataliev ottiene le chiavi del centro islamico in via zara a Foggia, è ne diventa il leader , all’interno di una base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla jihad?….

  • Maria Rosaria

    È difficile comprendere perché gli Italiani si siano votati a subire in questo modo : Eppure è stata la sinistra a far nascere templi musulmani ovunque: Se ne contano oltre 700 in tutta Italia. È una stima aggiornata di volta in volta, perché un numero preciso non c’è: In gran parte sono garage, negozi, ex capannoni, addirittura sottoscala o cantine, adibite a sale di preghiera chiamate moschee; nel nostro caso poi , siamo andati ben oltre l’immaginazione con una vera base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla Jihad , con terroristi aderenti all’Isis : siamo nello sconcerto più totale !..
    Quello che è certo che nei loro paesi di origine a noi non è consentito di costruire una chiesa , mentre qui vengono addirittura a costruire moschee: pensate un po’ la più grande moschea d’Europa è quella di Roma , nel senso di costruzioni fatte ad hoc , (complete di minareto ) più altre quattro in altre città d’Italia che ora insieme a quella di Torino Palermo e Catania , pare siano diventate sette . Come ė possibile che nella nostra nazione stia accadendo tutto questo , con il beneplacito degli Italiani?..

  • Maria Rosaria

    È difficile comprendere perché gli Italiani si sono votati a subire in questo modo : Eppure è stata la sinistra a far nascere templi musulmani ovunque: Se ne contano oltre 700 in tutta Italia. È una stima aggiornata di volta in volta, perché un numero preciso non c’è: In gran parte sono garage, negozi, ex capannoni, addirittura sottoscala o cantine, adibite a sale di preghiera chiamate moschee; nel nostro caso poi , siamo andati ben oltre l’immaginazione con una vera base logistica nella quale reclutare e indottrinare i nuovi adepti alla Jihad , con terroristi aderenti all’Isis : siamo nello sconcerto più totale !..
    Quello che è certo che nei loro paesi di origine a noi non è consentito di costruire una chiesa , mentre qui vengono addirittura a costruire moschee: pensate un po’ la più grande moschea d’Europa è quella di Roma , nel senso di costruzioni fatte ad hoc , (complete di minareto ) più altre tre in altre città d’Italia che ora insieme a quella di Torino Palermo e Catania , pare siano diventate sette . Come ė possibile che nella nostra nazione stia accadendo tutto questo , con il beneplacito degli Italiani?..

  • Giustizia e legalità

    Una domanda, sorge spontanea, ed ovviamente, la rivolgo a chi ha l’acume ed i mezzi per intervenire : ma, perchè la sede di via Zara è ancora ” aperta ” ? La chiusura e/o la sospensione, valgono solo per i ” circoli ” gestiti da italiani ?

    • Maria Rosaria

      Ho atteso invano che qualcuno, rispondesse al tuo quesito , possibile che nella città di Foggia,non ci sia partecipazione neppure difronte ad un problema così allarmante ? Non mi rimane altro , che chiederti cortesemente, di aiutarmi ad inquadrare meglio qualche piccolo dettaglio : La Costituzione Italiana sancisce la libertà di culto , sì , è vero , la nostra Chiesa Cattolica gode di privilegi che , ovviamente, non sono concessi agli altri gruppi religiosi, che derivano dal suo stato sovrano e dal suo ruolo politico , bensì , se la nostra Corte Costituzionale autorizza la costruzione di nuove moschee, secondo me è come se autorizzasse la costruzione di sedi di partiti totalitari , o addirittura di tribunali che, sul territorio del nostro stato non applicano più le nostre leggi , bensì la Sharia , o no ? C’è una legge specifica in proposito , in grado di tutelare gli interessi di tutti gli italiani sul proprio territorio?
      Di recente mi risulta che il Ministro Minniti , ha firmato un patto con l’Islam e con associazioni di musulmani : tutti i firmatari si sono impegnati a ripudiare ogni forma di violenza e terrorismo : Tra i punti rilevanti , l’impegno a rendere pubblici nomi e recapiti di chi svolge un ruolo di mediazione tra la comunità e la realtà di chi sta intorno e vicino, il contrasto al radicalismo religioso, l’impegno a garantire che i “luoghi di preghiera siano accessibili a visitatori ” non musulmani” , e che il sermone del venerdì sia “svolto o tradotto in italiano”:
      perdi più , si fa riferimento alla massima trasparenza sui finanziamenti ricevuti per le costruzioni e gestioni di moschee e luoghi di culto. : Quindi , ora con i nostri soldi pubblici finanzieremo anche le moschee e i luoghi di preghiera ?… Ti prego spiegami un po’ , di concreto chi sarà deputato a svolgere questi tipi di controlli ? Chi saranno gli addetti a garantire nei luoghi di preghiera che “il sermone del venerdì sia tradotto in Italiano “: Qui siamo noi che dobbiamo integrarci , a me sembra tutta una follia !..Ed in caso di moschee con base logistica con lo scopo di indottrinare i nuovi adepti alla jihad come nel caso specifico della moschea di via Zara a Foggia , quali leggi vengono applicate ?

    • Maria Rosaria

      Ho atteso invano che qualcuno, rispondesse al tuo quesito , possibile che nella città di Foggia,non ci sia partecipazione neppure difronte ad un problema così allarmante ? Non mi rimane altro , che chiederti cortesemente, di aiutarmi ad inquadrare meglio qualche piccolo dettaglio : La Costituzione Italiana sancisce la libertà di culto , sì , è vero , la nostra Chiesa Cattolica gode di privilegi che , ovviamente, non sono concessi agli altri gruppi religiosi, che derivano dal suo stato sovrano e dal suo ruolo politico , bensì , se la nostra Corte Costituzionale autorizza la costruzione di nuove moschee, secondo me è come se autorizzasse la costruzione di sedi di partiti totalitari , o addirittura di tribunali che, sul territorio del nostro Stato non applicano più le nostre leggi , bensì la Sharia , o no ? C’è una legge specifica in proposito , in grado di tutelare gli interessi di tutti gli italiani sul proprio territorio?
      Di recente mi risulta che il Ministro Minniti , ha firmato un patto con l’Islam e con associazioni di musulmani : tutti i firmatari si sono impegnati a ripudiare ogni forma di violenza e terrorismo : Tra i punti rilevanti , l’impegno a rendere pubblici nomi e recapiti di chi svolge un ruolo di mediazione tra la comunità e la realtà di chi sta intorno e vicino, il contrasto al radicalismo religioso, l’impegno a garantire che i “luoghi di preghiera siano accessibili a visitatori ” non musulmani” , e che il sermone del venerdì sia “svolto o tradotto in italiano”:
      perdi più , si fa riferimento alla massima trasparenza sui finanziamenti ricevuti per le costruzioni e gestioni di moschee e luoghi di culto. : Quindi , ora con i nostri soldi pubblici finanzieremo anche le moschee e i luoghi di preghiera ?… Ti prego spiegami un po’ , di concreto chi sarà deputato a svolgere questi tipi di controlli ? Chi saranno gli addetti a garantire nei luoghi di preghiera che “il sermone del venerdì sia tradotto in Italiano “: Qui siamo noi che dobbiamo integrarci , a me sembra tutta una follia !..Ed in caso di moschee con base logistica con lo scopo di indottrinare i nuovi adepti alla jihad come nel caso specifico della moschea di via Zara a Foggia , quali leggi vengono applicate ? Il mio timore è che una volta che si sono radicalizzati , sarà molto difficile liberarci al terrorismo di matrice islamica!

    • Maria Rosaria

      Ho atteso invano che qualcuno, rispondesse al tuo quesito , possibile che nella città di Foggia,non ci sia partecipazione neppure difronte ad un problema così allarmante ? Non mi rimane altro , che chiederti cortesemente, di aiutarmi ad inquadrare meglio qualche piccolo dettaglio : La Costituzione Italiana sancisce la libertà di culto , sì , è vero , la nostra Chiesa Cattolica gode di privilegi che , ovviamente, non sono concessi agli altri gruppi religiosi, che derivano dal suo stato sovrano e dal suo ruolo politico , bensì , se la nostra Corte Costituzionale autorizza la costruzione di nuove moschee, secondo me è come se autorizzasse la costruzione di sedi di partiti totalitari , o addirittura di tribunali che, sul territorio del nostro Stato non applicano più le nostre leggi , bensì la Sharia , o no ? C’è una legge specifica in proposito , in grado di tutelare gli interessi di tutti gli italiani sul proprio territorio?
      Di recente mi risulta che il Ministro Minniti , ha firmato un patto con l’Islam e con associazioni di musulmani : tutti i firmatari si sono impegnati a ripudiare ogni forma di violenza e terrorismo : Tra i punti rilevanti , l’impegno a rendere pubblici nomi e recapiti di chi svolge un ruolo di mediazione tra la comunità e la realtà di chi sta intorno e vicino, il contrasto al radicalismo religioso, l’impegno a garantire che i “luoghi di preghiera siano accessibili a visitatori ” non musulmani” , e che il sermone del venerdì sia “svolto o tradotto in italiano”:
      perdi più , si fa riferimento alla massima trasparenza sui finanziamenti ricevuti per le costruzioni e gestioni di moschee e luoghi di culto. : Quindi , ora con i nostri soldi pubblici finanzieremo anche le moschee e i luoghi di preghiera ?… Ti prego spiegami un po’ , di concreto chi sarà deputato a svolgere questi tipi di controlli ? Chi saranno gli addetti a garantire nei luoghi di preghiera che “il sermone del venerdì sia tradotto in Italiano “: Qui siamo noi che dobbiamo integrarci , a me sembra tutta una follia !..Ed in caso di moschee con base logistica con lo scopo di indottrinare i nuovi adepti alla jihad come nel caso specifico della moschea di via Zara a Foggia , quali leggi vengono applicate ? Il mio timore è che una volta che si sono radicalizzati , sarà molto difficile liberarci al terrorismo di matrice islamica!

      • Giustizia e legalità

        Purtroppo, sia io che te, siamo spesso costretti a farci domande e cercare da soli di darci risposte : chi vuoi che possa mai controllare cosa accade o accadrà in quei luoghi ? Godranno, anche se Minniti non potrà dirlo, di una extra territorialità di fatto ? Circa, poi, la traduzione del sermone, mi sa che facciamo prima ad imparare noi la loro lingua, o no ? Forse, qualcosa in più, avrebbe potuto dircela in proposito una attenta esperta, di mia conoscenza, ma sembra che ultimamente non ne abbia più voglia !

      • Maria Rosaria

        Io credo che presto ci troveremo ad affrontare seri problemi di convivenza, se lo Stato italiano non darà dimostrazione di essere laico e super partes, saranno guai: uno Stato non può imporre regole a una religione, può fare un’intesa , un incontro pattizio che rappresenti un lavoro di incontro di libere volontà , ma di sicuro non può andare oltre : Non a caso Il segretario generale del centro Islamico Culturale d’Italia che gestisce la Grande moschea di Roma ha precisato che l’attuale patto , anche in una sua forma rivista è perfezionata , non potrà essere né alternativo né sostitutivo rispetto alla regolamentazione dei rapporti tra stato e Islam , così com’è contemplata dalla Costituzione della Repubblica Italiana , ovvero dall’istituto dell’intesa .