Concorsi agli Ospedali Riuniti, il sorteggio è in diretta su Facebook

Dopo le ultime polemiche sui concorsi agli Ospedali Riuniti, con le invettive del Movimento 5 Stelle, la direzione del policlinico foggiano ha deciso di utilizzare la stessa “arma” per la trasparenza dei grillini: la selezione delle commissioni per gli ultimi concorsi è avvenuta in diretta streaming sulla pagina Facebook. Il “segnale di limpidezza” è stato voluto …



ametta faleo

Dopo le ultime polemiche sui concorsi agli Ospedali Riuniti, con le invettive del Movimento 5 Stelle, la direzione del policlinico foggiano ha deciso di utilizzare la stessa “arma” per la trasparenza dei grillini: la selezione delle commissioni per gli ultimi concorsi è avvenuta in diretta streaming sulla pagina Facebook. Il “segnale di limpidezza” è stato voluto fortemente dal direttore generale Antonio Pedota e dal direttore amministrativo Michele Ametta. Tre dirette – alle quali ha partecipato il dottor Domenico Faleo – per altrettante commissioni che dovranno selezionare i direttori delle strutture di gastroenterologia ospedaliera, ginecologia ospedaliera e neuropsichiatria infantile. 

“Ad ogni commissario corrisponde un numero, tutti i numeri sono stati inseriti nell’urna e sorteggiati”, ha spiegato Ametta. Dal sorteggio sono usciti i seguenti nominativi: Pietro Occhipinti (arriva dal Piemonte, titolare), Federico Buffoli (Lombardia, supplente), Ferruccio Farroni (Umbria, titolare), Paolo Pallini (Veneto, supplente) e Enrico Ricci (Emilia Romagna) e Mario Marini (Toscana, supplente) per la gastroenterologia; Fabrizio Taddei (Trento, titolare), Eugenio Oreste Volpi (Piemonte, supplente), Antonio Perugini (Lazio, titolare), Enrico Canducci (Marche, supplente), Gianluca Gregori (Piemonte, titolare) e Giuseppe Ricci (Friuli, supplente per ginecologia; Mauro Camuffo (Toscana, titolare), Roberto Leonetti (Toscana, supplente), Vito Lozito (Puglia, titolare), Giorgio Fini (Toscana, supplente), Marina Patrini (Piemonte, titolare) e Giuliano Galli (Toscana, supplente) per neuropsichiatria infantile.

Ultima modifica: 21 febbraio 2018

In questo articolo